Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘poesia’ Category

specchio nero

I miei figli sono lontani –
rose a mazzi sotto la mia finestra –
la pianura è una marea di fango
palazzi esplodono e restano ciechi

nessuno ascolta, nessuno ascolta

tutto il caos dell’universo –
colori rotanti e bellezza a fiumi –
nel cuore dell’uomo è specchio nero

Read Full Post »

Quando presi per mano le parole
era un’alternativa al nulla –
dieci giorni di pioggia e la carta stampata
svaniva in un punto zero

pensai: posso danzare un girotondo
ma solo con le “mie” parole –
gocce oblique tagliavano i vetri
dentro e fuori fluttuava una nebbia
pantano oscuro di suoni e voci

bombe al fosforo, insulti e urla
grasso che cola e la fame più nera

c’era un buco nell’universo
e così io presi per mano
parole a caso, sassi affiorati
da graffiare sul cartongesso

parole scritte a matita
proiettate su questo schermo

Read Full Post »

Il salto
tra un minuto e l’altro
lo spazio allargato tra i giorni
la distanza insondabile tra i corpi
e i pensieri – fra gli esseri viventi

abissi
risucchiano le ossa sotto
macerie calcinate,
fanno emergere lacerti
dalle torbiere

musiche estinte da millenni
giacciono dimenticate –
strato dopo strato
ciò che resta dei templi antichi
si strugge nel fango

ma lo splendore
di un albero a primavera
m’invade lo sguardo –
entro nella sua chioma
dal verde abbraccio

Read Full Post »

la Pasqua degli altri

isole nella nebbia i miei ricordi –
si riaccende con un brivido il filo
del presente…mi muovo
a bassa intensità
di intenti e di gesti:
guardo da una panchina sbocciare
la Pasqua degli altri

Read Full Post »

non scrivo più

Non scrivo più –
un foglio bianco al centro
della mia mente
sotto, non trovo più parole

per abitudine e vecchio vizio parlo
ma sempre meno –
un fastidio sottile è nell’ascolto
di vecchie voci, racconti logori

il mio tempo è trascorso come piuma
il passato mi schiaccia come pietre

fuori, la vita crudele, furiosa
fuori è la vita tenera, che spunta –
ma dentro me io sento
un bianco nulla
e mi attira insensato –
come un sonno avvolgente
lo desidero e aspetto

 

Read Full Post »

Gioielli rubati

Omar Galliani

https://almerighi.wordpress.com/2023/01/22/gioielli-rubati-232-anna-maria-spalloni-marina-raccanelli-roberto-dellolio-enrico-toso-gary-j-steele-ivanna-pedretti-laura-segantini-fleurose/

Read Full Post »

Nel tranquillo silenzio della sera
ho letto versi
infilati su fogli bianchi
come calle in un vaso di lattimo

erano parole di vetro
intimamente sprofondate –
tra cerchi d’ombra e riflessi vaghi –
fino al centro dell’anima

Read Full Post »

risveglio

Parole senza importanza
vagano in una grigio-rosa
nebbia di semi-incoscienza –
si comporranno in pensieri, forse
di quasi-speranza

Read Full Post »

cenere

Anselm Kiefer

La morte è scesa al nostro fianco
ci accompagna nei giorni strani
pieni di nebbia, d’ impercettibili strappi
di attese, di stravolgimenti –
la morte è negli occhi delle incidentate
delle donne sventrate, degli uomini stanchi –
è fumo e cenere di una guerra che sfuma
in droga di assuefazione –
la morte è cenere della nostra guerra
per esistere, quotidiana

Read Full Post »

passo il tempo

Passo il tempo a osservare
eventi che non passano mai
la vicina immobile e sola
case sbarrate, disabitate
stanze ferme, con fantasmi sparenti

(l’isolamento, per me, non è mai finito)

poi,
passo il tempo a schivare
le persone che scorrono per le strade
e frequento le alterità
di amicizie irreali nell’etere
e vivo tra le pagine di libri
consumati voracemente

la sera, mi addormento
sfinita quasi avessi vissuto
davvero

Read Full Post »

Older Posts »