Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘fiori’

Vengo da un altro pianeta
ad esplorare ponti, sentieri, calli
la luce bassa del vostro sole
mi ferisce la mente – desidero spazi
silenziosamente neri e lontani

vorrei trovarmi in un territorio
primordiale: lì vibrano suoni
meravigliosi, vivono fiori
differenti – nell’aria profumi strani
eclissano pensiero e cuore

inghiottito dal tempo
il mio pianeta d’origine è perso
sceso sull’orizzonte di un sole
che saetta gli ultimi raggi
lancinanti

Annunci

Read Full Post »

fuori stagione

cava 63

fuori stagione, pensano i prati
niente fiori né fumo dai camini –
legno marcio nei cinque fienili
ammassati in silenzio sul costone
come gufi in agguato

e trascina carriole di fatica
di vivere
la vecchia col grembiule

oggi, mi sento anch’io
fuori stagione

Read Full Post »

David Bowie

David Bowie

Ricordati da dove sei venuto e dove andrai
uomo o donna, dalla polvere alla polvere

attraversando questi giardini d’aria
in rotazione di pollini e fiori
ricordati la benda e l’ago
lascia
che la musica ti attraversi
spalancherà come un vento
i tendaggi dell’odio
camminerai sui sassi roventi
e proverai compassione

pensa alle ceneri ma non scordare
le meraviglie del giardino sospeso
risplendente di margherite
con il cuore color arancio

Read Full Post »

Paul Klee

Paul Klee

Fermo prima di cominciare il mondo

sente liquidi suoni in crepitare

 

scivolata dentro uno strappo

vivo negli intervalli e nelle pause –

chissà come e quando

piovvero fiori, alberi malati

a coprire pianure scialbe –

pesci ed uccelli stretti

dentro morse di ghiaccio

 

schiume di ruggine in autunno

i boschi erano quadri con pigmenti

disgregati – pietre

rivestite di fango scintillano

palingenesi d’acqua

 

Read Full Post »

strani uccelli

Strani uccelli sull’acqua e torri d’aria…

è novembre di sole a spicchi:

i colori di vetro sulla laguna

seminano orti conclusi e spasmi

nelle mani che strappano muffe

cascami di piante smorte

sulle pietre, sui nomi sommersi

 

il mio nome è una preghiera di seta

 

è giunto anche aprile, la primavera dei morti

soffiata giù dai rami tra mille mandorle d’occhi

sui ponticelli di legno gemente, sull’acqua che abbrivia

 

maggio contorto fra tempeste e vento di sole

somiglia all’ombra di travi, la disperazione è una lama

dondola a vuoto e ancora si protende

 

 

 

Read Full Post »