Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘pensieri’

carta velina

Laurence Winram

Sottile come carta velina
la nostra esistenza vibra in bilico

fronte-retro, io sono
e sono il nulla:
mani trasparenti alla luce,
foglie di pioppo al vento i miei pensieri
sfumati in alone e baleno –
così sottile la mia consistenza
già proiettata in lontananze
senza ritorno

Read Full Post »

Il silenzio

Mi ha sommerso il silenzio

è venuto dopo i pensieri
non detti, le invisibili note:
il suono è sprofondato nel cuore
colato in un buco nero

e non ho più voce:
di tutto il canto che volevo
è rimasta un’armonia sottintesa
vive in un mondo parallelo
di cascate, echi e nebbie

Read Full Post »

Cristian Schloe

Nella mente si incollano i pensieri
in questa lunga estate ferma
sempre al punto d’inizio –
non vedo papaveri in fiore
sui bordi dei fossi
sabbia né strade
e il sole non nasce né tramonta
nella salsedine, in mezzo a brividi

sfarfallano parole incongrue
nei libri e sullo schermo –
rimango tra le pareti e mi aggiro
cammino su pietre, talvolta
ma sempre le stesse

e così mi si incollano i pensieri
dentro la spugna inerte del cuore
dalla mia mente non sfrecciano
parole vere

Read Full Post »

pensieri nudi

 

Pasqua senza resurrezione
per la mia fede in stand by
il mio raggio di sole è uno schermo
dove oscilla un volto di bimbo
e mi parla di foglie nuove
con stupore saggio

l’avanzata del tempo è strisciante
ma dovunque
la morte trasparente si espande
inchioda il fiato, pesa alle spalle
e non esistono sabati né lunedì
solo parole sprecate, silenzi esplosivi
il magma virtuale vibra e si svuota
ci restano soltanto
pensieri nudi

Read Full Post »

eco di preghiera

Nella mente –
laboratorio in scadenza –
sentieri e odori
non collimano più
i colori, garze di nebbia
aprono
rarefatte formule di pensieri
cellule di ricordi
in rotta di collisione –
è l’inverno laico
senza cere né lame di luce
indistinta rimane un’eco
di preghiera
svapora
nel cielo blu

Read Full Post »

paarole volanti

Faccio lo yoga dei pensieri
liscio i neuroni, metto in equilibrio
le sfere emozionali

muovo falangi in guisa di farfalle
sposto l’aria che mi circonda
con movimenti inarcati
galleggio nel suono della mia gola

questo non è giorno
corridoio sospeso nell’arcaico
di pensieri confusi in dissoluzione,
uno sfondo m’inquieta
di frontoni interrotti, giganti spezzati –
pure l’azzurro aperto si spalanca
su squarci di parole nuove

scrivo lo yoga dei versi
scartando impurità
ripulisco le scorie, m’improvviso
impiraperle di sillabe e suoni
chiusi nella più bianca carta
ne tengo un filo
resistente di fragili parole
in cammino non so
verso dove

Igor Mitoraj

Igor Mitoraj

Read Full Post »

cerco la goccia

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Cerco la goccia in fondo al mare
un piolo nel turbinare
dell’umanità disgregata –
cerco le latitudini strane
dei miei pensieri smagliati
i suoni dell’assurdo non percepito
il silenzio sordo del mondo
in fragile disgregazione –
cerco
l’incarnazione di Dio nel minuscolo
fiore, nell’unghietta di un bimbo
neonato, nel soffio dei venti astrali
e trovo te, illogico amore
ritornato bambino

Read Full Post »

quando il niente

fiori morti
Quando il niente m’invoglia e non ho voglia
che di briciole in fondo al piatto
sassi fangosi al piede, sterpi e stecchi
a scricchiolare su sentieri persi

quando il poco m’attira, mi raccolgo
e respiro il quasi silenzio
dei ricordi appannati
dei pensieri contratti

l’albero dei profumi è lontano, qui
una calma apparente liscia
la laguna, lentamente mi sfiora
un vento senza dita
con odore di terra smossa e fiori
stagnanti

Read Full Post »

vittore-carpaccio-miracolo-della-reliquia-della-croce-venezia-gallerie-dellaccademia

Scrivo cosine così
quando mi prende una fame d’aria
in questa città di sudore e sale

sono una pallina da flipper nei tuoi pensieri
a volte, siamo poli magnetici opposti
rimbalziamo fra tetti di coccio e altane
sospese sopra ogni comprensione

non esiste un approdo oltre
gli eventi frenetici, oltre le attese
là dove emergono le presenze
dell’anonimo indifferente

non c’è soluzione se non sgranare
gli attimi, lentamente

Read Full Post »

 

images

Pensieri come strade

nell’indistinto notturno

e parole-bandiere nello sbrilluccichio

denso del quasi sonno –

nell’acqua oscura vegetano pesci-pilota

luminescenti e già dimenticati

sull’orlo del precipizio che scorre

in cortocircuito d’incoscienza –

e corridoi d’interlocuzioni per remare

oltre il buio, o scavare cunicoli

dentro il buio concreto

 

vessilli multicolori sventolano dove

ci attraversa una linfa ignota

 

Read Full Post »

Older Posts »