Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘foto’ Category

foglia tra foglie


Vivere accanto al sasso
nel silenzio addensato da fruscii
di sgretolamenti minimi
che il ghiaione sotterra

stendersi, filo d’erba tra fili
sull’orlo rosso dell’autunno –
nel pallore d’immensi cieli
essere foglia
macerata tra foglie
roccia rigata da un gocciare
incessante
guglia scomparsa nella notte
vapore di luce
che la luna attraversa
ventaglio di gocce
nell’aurora

Annunci

Read Full Post »

ho visto cieli

Ho visto cieli e precipizi
e lo splendore di pareti
invincibili
prati brillanti a perdere
e sentieri ondulati, alberi vivi
acque cadenti a scroscio
il sordo racconto del fiume
che irretisce
uomini e uccelli

Read Full Post »

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Vengo da un mondo scomparso
navigo a vista
tra ostacoli mobili e scogli
figure mi vengono incontro
di densità ignota
mi scalfiscono, a volte le schivo
vengo da un mondo ignoto
inghiottito dal tempo, per questo
io non ho guscio, non mi difendo
che facendomi poco a poco
trasparente fra trame, invisibile quasi
dentro un fluido alieno

per non perdermi, fisso puntine
di parole nei punti
cardinali del mio sentire
me stessa, fra flussi
di pollini inconsistenti

Read Full Post »

un battito manca

foto di Matteo Bevilacqua

I giorni scorrono indifferenti, poi
si espande il coro nel buio –
nell’intreccio di vite e storie
un nodo stringe, un battito manca:
le voci salgono, siamo qui
siamo la pausa e l’amen
gioia e dolore
siamo la speranza

Read Full Post »

Meglio se fosse il pomeriggio
di un lunghissimo giorno d’inverno
il mare avesse sponde di nebbia
e la casa giacesse a lievitare
su fiori di ghiaccio

o librarsi più in alto su pianure
sfibrate da mille incendi e rifiorite –
sprofondare negli oceani a contemplare
l’intimità degli abissi attraverso un vetro:
diecimila metri sott’acqua ondeggeranno prati
si snoderanno pesci d’oro e serpenti felici

nella foresta dei coralli viventi
troveremo un respiro primordiale

Read Full Post »

 

C’è sempre un procedere a ritroso
laghi e fiumi, pianure
qui si perde l’ultima luce –
cadono dai rami silenziose parole
le stacchi come frutta

spesso procedi a sbalzi
storditi sul tempo vuoto –
nel ventre notturno filtrano voci
guardi in alto, qualcuno sparge
folate improvvise di stelle

nello spazio deserto un cuore bussa

Read Full Post »

Caorle d’inverno

 

Foto di Piero Orsoni

oltre il giorno cristallizzato
nel riverbero sfatto di splendore
con dita di schiuma l’aria
ti scioglie in quiete perfetta

Read Full Post »

Older Posts »