Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘memoria’

a mio padre

Un argomento quasi sconosciuto al grande pubblico riguarda gli IMI, gli Internati Militari Italiani: si tratta dei soldati e degli ufficiali fatti prigionieri dai tedeschi dopo l’8 settembre, forse 800.000 (le cifre sono indicative).
Tolti da questo numero i numerosi morti, uccisi o per stenti, agli altri fu proposto di combattere o collaborare in altri modi con la R.S.I. o con il Reich: circa 600.000 si rifiutarono e furono internati nei lager senza la qualifica di “prigionieri di guerra” e i relativi diritti, come quello all’aiuto da parte della Croce Rossa. Furono perlopiù fatti lavorare nell’industria tedesca e per questo al loro ritorno in patria sospettati di collaborazionismo; inoltre facevano parte dell’esercito che aveva combattuto al fianco dei tedeschi, e rappresentavano l’alleanza sbagliata e la sconfitta militare, quello che l’Italia nel dopoguerra non voleva vedere.
In questi brani ho cercato di riassumere le loro tragiche vicende con l’aiuto di saggi italiani e tedeschi e di testi di memorialistica.

https://scrittidipapagena.wordpress.com/imi-internati-militari-italiani/

https://scrittidipapagena.wordpress.com/imi-il-crollo-della-germania-e-il-ritorno/

https://scrittidipapagena.wordpress.com/imi-considerazioni-finali/

https://scrittidipapagena.wordpress.com/imi-materiali-vari/

https://scrittidipapagena.wordpress.com/imi-bibliografia/

Annunci

Read Full Post »

Baratri

Sarah Jarrett

Sarah Jarrett

 

Ciò che rassetto in superficie e liscio
sottende baratri profondi

sono nata presso colline
traforate con buche carsiche –
la memoria, un pattume
rottamato

ho vissuto su strade a dirupi
ponti viscidi
ho gridato e taciuto
fuori tempo

ora l’acqua che scroscia, la schiuma
non basta
a dilavare ingiustizie, omissioni
gesti senza rimedio

ciò che rassetto in superficie sottende
il dolore degli innocenti

Read Full Post »

tabula rasa

Francesca Woodman

Francesca Woodman

Ora che il cielo è vuoto e la tua mente –
una tabula rasa – conta le ore
del quotidiano degrado
più non esiste l’imbrunire, neppure
la memoria: troppo scomodo rivangare
chiedersi
il fatto e il non fatto
interrogare la fretta e la paura –
tue compagne di sempre

se ti sommerge il grigio, comprendi
l’increspatura bugiarda
che copre il tutto e il quasi niente
ti circondano verità sconfessate
domande mai poste…
dovresti inseguire i fantasmi, ormai
ma preferisci
un leggerissimo malessere morbido
un quasi sfarsi
lontanando di ora in ora
la tua anima da se stessa

ti sgomenta la splendida luna
a cavallo di nubi in corsa
troppo crudele, allucinata

Read Full Post »

sabbia

Francesca Bonfatti

Francesca Bonfatti

Sabbia, soltanto sabbia
in fondo al cuore
e vortici di parole precipitate
nel fondo cieco della memoria

si alzano gesti lontani e sorrisi
sfavillanti nel buio –
ma come
vivere nel caos senza tempo
e senza senso

la mia casa è una zattera di detriti
ore pesanti
navicella spaziale disancorata
senza destinazione

Read Full Post »

diario minimo sparso

001

Se fosse uccello o flauto

questo corpo che pesa

e la memoria un filo d’erba nuova

 

ma le cose non stanno dritte

scivola il mondo ai bordi

si raggriccia

 

cerco la precarietà di suoni

che su carta s’imprime

e degli umori

che annebbiano paesaggi

 

e sono mille istanti

mi sfarino

 

faccio piccole cose

sminuzzo verdure leggo gialli

notizie sparse di persone tristi

mi sfiorano gli orli mentali

 

vorrei, sì, dare luce amore

la stanchezza prevale

Read Full Post »

La casa dove non sono vissuta

100_0329.jpg

La casa dove non sono vissuta
allagata da ombre
odora di scoglio profondo e pesci
che non nuotano in altri luoghi

da quelle stanze è uscita una bambina
salutando le trecce di un pane diverso
il richiamo aspro della donna del latte per strada
uno scorrere d’acque gelide dal monte

un sale vivo mi avrebbe imbiancato il corpo
se avessi fatto il battesimo
nel Quarnaro

le stanze dove non sono vissuta avevano quadri –
signori dallo sguardo serio, dame
con alte capigliature
mi avrebbero condotto per mano (altro…)

Read Full Post »