Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘ricordi’

piove


Piove sui cancelli sbarrati
sulle aeree foglie
vive nella tempesta breve
e piove
sull’oleandro, sulle vetrate
con brividi nelle pozze –
diluvia nei miei ricordi veloci –
corse pazze nel bosco, corpi
fumiganti sotto il riparo –
grandina come noci spaccate
grandina sempre fuori
dentro non piango
nelle stanze recluse aspetto

Annunci

Read Full Post »

eco di preghiera

Nella mente –
laboratorio in scadenza –
sentieri e odori
non collimano più
i colori, garze di nebbia
aprono
rarefatte formule di pensieri
cellule di ricordi
in rotta di collisione –
è l’inverno laico
senza cere né lame di luce
indistinta rimane un’eco
di preghiera
svapora
nel cielo blu

Read Full Post »


Persa nei campi elisi di un balcone
ascolti il suono delle cicale
attutito dal tempo
bimbi nudi e salati corrono fra le dune
selvagge degli Alberoni
era un altro millennio e il vento
respirava tra i rami degli oleandri
come fa ora lungo i condomini
ti chiamavano Pupa, abbronzata dal sole
del mare e della montagna
ricordi sempre più lievi
galleggiano nei tuoi capelli d’argento
di giorno sogni, la notte scompari
dietro persiane sbarrate
ma continui a sentire un suono
come di cicale lontane

Read Full Post »

rami

Così le disegnavo da bambina
potrebbero essere foglie
di una foresta tropicale
con i leoni nascosti dietro
e lo stupore del doganiere Rousseau

nello spazio fra due caseggiati
è inverno teso ma esplode
questo mattino una similprimavera
alto è il cespuglio, danzano le foglie
l’aria è lavata e il vento lieve:
non sono rami ma brani dei miei ricordi –
un attimo, e l’aroma svanisce

Read Full Post »

Immagine
Non so come, dal niente ho estratto parole
e tracciato a matita uno schizzo
di neuroni dispersi, come
col pennarello semina un bambino
lunghe foglie sul foglio
soli rotanti e fiori

non so come ho pigiato sui tasti
collegando frantumi di ricordi
in catene di suoni e colori

oggi è soltanto tosse
e risucchi del cuore in duri strappi –
niente appigli sul bianco della pagina
qui, ronza la ventola del computer
fuori incespica il vento

Read Full Post »

quando il niente

fiori morti
Quando il niente m’invoglia e non ho voglia
che di briciole in fondo al piatto
sassi fangosi al piede, sterpi e stecchi
a scricchiolare su sentieri persi

quando il poco m’attira, mi raccolgo
e respiro il quasi silenzio
dei ricordi appannati
dei pensieri contratti

l’albero dei profumi è lontano, qui
una calma apparente liscia
la laguna, lentamente mi sfiora
un vento senza dita
con odore di terra smossa e fiori
stagnanti

Read Full Post »

baum_0261

Esistono confini
di pelle e luce
scende la pioggia e sgorgano ricordi
come lame a dividere

e non puoi rimediare ciò ch’è stato
né chiedere a bocche mute

mai più saprai la strada, il nome, il volto
l’albero delle origini scompare

Read Full Post »